invia/condividi stampa feed rss

Ordinanza per la messa in sicurezza dell'amianto

Ordinanza per la messa in sicurezza dell'amianto
10/08/2016

Si avvisano tutti i proprietari o gestori di immobili, sia civili che produttivi/commerciali o di servizio, presso i quali si sono verificati danneggiamenti a materiali in amianto a seguito dell’evento meteorico del 31/7/2016, che il Sindaco ha emesso ordinanza contingibile e urgente n. 18 del 5/8/2016, prot. n. 5004, indicante gli interventi da eseguire per la messa in sicurezza dell’amianto e la sua successiva modifica.

Copia di tale provvedimento è disponibile nella sottostante sezione “allegati”.

E’ compito di ciascun proprietario o gestore dell’immobile, procedere, esclusivamente tramite ricorso ad imprese specializzata del settore:

1) all’immediata messa in sicurezza di tutti i materiali danneggiati caduti a terra sia all’interno della propria proprietà che all’interno di proprietà private di terzi o pubbliche;

2) in caso di presenza di coperture in cemento - amianto: all’immediata messa in sicurezza della parte di copertura ancora posta in sede e contestuale verifica della percentuale di superficie danneggiata rispetto all’estensione complessiva della copertura;

3) alla successiva bonifica dell’area con rimozione dei materiali in amianto danneggiati, anche non caduti a terra, nel più breve tempo possibile e comunque entro il termine massimo del 30 settembre 2016.

Sarà consentito procrastinare, oltre tale scadenza, l’esecuzione della bonifica delle sole parti non danneggiate delle coperture in cemento – amianto, qualora l’impresa specializzata incaricata certifichi, a seguito della verifica di cui al precedente punto 2), che la superficie danneggiata è inferiore al 10% della superficie complessiva della copertura. Solo ed esclusivamente in tali casi, l’intervento sulle parti non danneggiate dovrà essere eseguito secondo le tempistiche derivanti dal risultato della valutazione dello stato di conservazione della copertura eseguita a norma del D.d.g. del 18 novembre 2008 n. 13237 della Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia, firmata da un professionista abilitato.